Bando di Concorso Ripam per 1052 unità presso il Ministero per i beni e le attività culturali (MIBAC)

Il concorso pubblico, per esami, prevede il reclutamento di 1052 posti in ruolo non dirigenziale ed a tempo indeterminato, da inquadrare nella II Area, posizione economica F2, con profilo professionale di assistente alla fruizione, accoglienza e vigilanza.
I posti saranno ripartiti su base regionale come indicato nel bando. Il titolo di studio richiesto per l'ammissione al concorso è il diploma di scuola secondaria di secondo grado.

La richiesta di partecipazione viene fatta esclusivamente online entro la scadenza indicata sulla piattaforma dedicata Ripam, "Step-One 2019". E' richiesto una quota di partecipazione di euro 10, la prova del pagamento come ad esempio il codice CRO / TRN se con bonifico va inserito in fase di domanda quando richiesto. Al termine della procedura verrà rilasciata una ricevuta telematica da conservare e stampare.

Il concorso si svolgerà mediante una prova preselettiva a cui seguirà una prova selettiva scritta e poi una orale. La data di ciascuna prova sarà fissata almeno venti giorni prima dalla relativa comunicazione della sezione dedicata del sito Ripam.

La prova preselettiva in particolare sarà costituita da 60 domande a risposta multipla da completare in 60 minuti, di cui 40 attitidinali e 20 di materie specialistiche. Queste ultime si riferiscono al codice dei beni culturali e del paesaggio, al patrimonio culturale italiano, e alla normativa in materia di sicurezza sul lavoro. La prova sarà superata da un numero di candidati pari a 4 volte quelli richiesti oltre i pari punteggio.
La prova selettiva scritta, costituita da quesiti a risposta multipla, verterà oltre sulle materie specialistiche prima dette, anche tra le altre sulla conoscenza della lingua inglese e delle tecnologie informatiche. Potranno accedere alla prova successiva coloro che conseguiranno almeno una votazione di 21/30.
La prova selettiva orale verterà sui medesimi argomenti della prova scritta e sarà superata conseguendo un punteggio di almeno 21/30.
La gradutoria di merito, espressa in sessantesimi sarà ordinata in base alla somma dei punteggi ottenuti nelle prove selettive scritta ed orale. I candidati migliori classificati a scorrere saranno invitati a indicare la sede preferita tra quelle disponibili.

Termini e risorse